Novembre Grosso

Visita il programma della manifestazione!

Home

Il Novembre Grosso è un festival che racchiude una serie di eventi variegati ed accattivanti, creati con il fine di promuovere ed  esaltare la cultura, l’arte e l’ambiente del nostro territorio racchiuso fra le Colline Metallifere della Maremma Toscana

All’interno dell’affascinante centro storico della città di Massa Marittima, vi potrà capitare di assistere a  concerti, partecipare a laboratori di coniazione medievale , visitare cunicoli che celano segreti sepolti nel tempo, scoprire i segreti degli etruschi e seguire un turno di lavoro di minatori d’altri tempi!

Tutto questo nasce perché la storia di questa città è illustre ed attraversa millenni, così come la terra che la ospita, dalla quale riemergono importantissime testimonianze di un  passato glorioso, il tutto inserito all’interno  di un  contesto geologico e naturalistico che gli ha valso il titolo di Geoparco.

Ecco perché partecipando al Novembre Grosso, avrete inoltre la possibilità di essere accompagnati nelle zone circostanti alla scoperta di paesaggi e siti archeologici che difficilmente potrete dimenticare.

Un festival nel quale le attività sono agganciate da una catena invisibile, ma che traccia chiaramente la storia di questo luogo. Gli eventi  sono legati alla  storia etrusca, a quella Medievale e quella più recente delle miniere.

Alcuni eventi sono  gratuiti e nel programma troverete quelli per cui è richiesta una quota di partecipazione e\o la prenotazione. Le persone che parteciperanno agli eventi, avranno  la possibilità di visitare ad ingresso ridotto,   tutti i musei Comunali della città: Museo Archeologico, Complesso museale  S.Pietro all’Orto,  Museo della Miniera e Torre del Candeliere.

La Cooperativa Colline Metallifere

Vi augura buon divertimento!!!

Il Grosso: la moneta della Repubblica Massana
LA ZECCA DI MASSA DI MAREMMA

L’11 aprile 1317 alcuni componenti della famiglia Benzi di Siena, guidati da Niccolino di Giacomino, firmarono un contratto con il Comune di Massa, rappresentato dal sindaco Muccio del fu Bonaventura Scussetti, per aprire un’officina monetaria in città dal 1° maggio di quello stesso anno fino all’anno successivo. Le due parti contraenti stabilirono una serie di patti e condizioni: i Benzi, ad esempio, dovevano fornire la zecca, detta bolgano, di tutto il necessario, mentre il Comune di Massa si impegnava ad acquistare allo scopo un edificio e a garantire che nessun’altra persona battesse moneta nella città di Massa e nel suo territorio.

La zecca fu aperta per autorità del Comune con il proposito di coniare tre tipi di monete utilizzando l’argento e il rame locali: il Grosso d’argento da 20 denari, il Grossetto d’argento da 6 denari e il denaro piccolo in mistura. Attualmente si conoscono due varianti del Grosso, tre varianti del Piccolo e nessun Grossetto, che risulta assente anche nella circolazione monetaria dell’epoca.

Al momento non si conosce la data di chiusura dell’officina monetaria anche se documenti di archivio testimoniano che le monete della Repubblica Massetana, o Massana, come veniva frequentemente chiamata nel Medioevo, circolarono fino a tutto il 1319.

Massimo Sozzi

 

Per qualsiasi informazione contattate info@novembregrosso.it
o chiamate il numero 0566/902289

Contatti

Contattaci telefonicamente o visita i social per maggiori informazioni!

  • Massa Marittima
  • 0566/902289

Richiesta informazioni

Send